Festival Internazionale del teatro comico di Sant’Omero


di Antonio D’Amore

MASCHERE E PAP’OCCHIO

SANT’OMERO. TERZA GIORNATA DEL FESTIVAL: TRIONFA IL GROTTESCO

Trionfa il grottesco a San-t’Omero. Non il grottesco triste, di nascita teutonica, che ha sempre quel vago sapore di tragedia, che ha sempre l’espressione del clown che nasconde il dolore dietro un sorriso dipinto. Ma il grottesco colto, raffinato ed elegante, sensibile e coinvolgente, barocco, di ispirazione melodrammatica. E’ il gioco delle maschere e dei corpi di Iva e Pelar Mandich, fratelli iugoslavi tigli di uno scultore e della danza, che dal 1978 si esibiscono sui palcoscenici di tutto il mondo con la loro compagnia: Nieuw Symbolistisch Theater. La loro è arte da vedere più che da ascoltare, sono padroni di una comicità immediata, sanno far ridere gli occhi con le loro venti maschere enormi, con i loro costumi, con i loro effetti visivi.
Lo spettacolo che porteranno in scena questa sera al Festival Internazionale del teatro comico di Sant’Omero, si intitola Le Triomphe de lafidelitè, una sorta di parodia colta e raffinata del melodramma, parodia mai demenziale o clownesca, ma sempre di eccellente livello artistico, scandita da ritmi teatrali velocissimi e dotata di vis comica irresistibile. Uno spettacolo da vedere.

Festival Internazionale del teatro comico di Sant’Omero


di Antonio D’Amore

MASCHERE E PAP’OCCHIO

SANT’OMERO. TERZA GIORNATA DEL FESTIVAL: TRIONFA IL GROTTESCO

Trionfa il grottesco a San-t’Omero. Non il grottesco triste, di nascita teutonica, che ha sempre quel vago sapore di tragedia, che ha sempre l’espressione del clown che nasconde il dolore dietro un sorriso dipinto. Ma il grottesco colto, raffinato ed elegante, sensibile e coinvolgente, barocco, di ispirazione melodrammatica. E’ il gioco delle maschere e dei corpi di Iva e Pelar Mandich, fratelli iugoslavi tigli di uno scultore e della danza, che dal 1978 si esibiscono sui palcoscenici di tutto il mondo con la loro compagnia: Nieuw Symbolistisch Theater. La loro è arte da vedere più che da ascoltare, sono padroni di una comicità immediata, sanno far ridere gli occhi con le loro venti maschere enormi, con i loro costumi, con i loro effetti visivi.
Lo spettacolo che porteranno in scena questa sera al Festival Internazionale del teatro comico di Sant’Omero, si intitola Le Triomphe de lafidelitè, una sorta di parodia colta e raffinata del melodramma, parodia mai demenziale o clownesca, ma sempre di eccellente livello artistico, scandita da ritmi teatrali velocissimi e dotata di vis comica irresistibile. Uno spettacolo da vedere.